Amigos





Amici della casa di produzione cinematografica indipendente Fargo Entertainment

Andrea Grappolo

Andrea Grappolo & Il Gatto

È artista visivo, illustratore, grafico, scrittore, sviluppatore, SMS e SEO.

È laureato in Lettere Moderne presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Torino con una tesi sul poeta gergante veneziano Andrea Michieli detto Squarzola o Strazzola, morto sulla fine del 1510.

Ha suonato la chitarra elettrica nella band hardcore situazionista Festina Lente e nei Kattiva Mazurka, orientati verso un sound pop-noise.

Ha dipinto murales in music club, sale giochi e pub. Ha esposto in mostre personali e collettive in gallerie e fiere d’arte contemporanea.

Nel 2015 ha presentato al 31° Salone Internazionale del Libro di Torino, nell’ambito della rassegna Book To The Future, Viola Supernova, il primo ePub illustrato con grafica vettoriale scalabile (.svg) eseguibile da eReader per Android OS.

Ha disegnato questa pagina web.

Marco Costa

Marco Costa

Ha frequentato l’Università degli Studi La Sapienza di Roma.

Tra serie, cortometraggi e lungometraggi, ha scritto e diretto numerose pellicole.

La sua produzione più recente è Bad Barbies, la storia di tre splendide ragazze interrotte che imboccano precipitosamente la via della perdizione. Non fatevi ingannare dai loro bei visetti, le Bad Barbies hanno un unico irrinunciabile obiettivo: vendicarsi della vita, che in forme e circostanze diverse, ha negato loro l’unica cura possibile: l’amore.

La sua FlopTV ospita contenuti in bilico tra trash, comicità demenziale e raffinatissima poesia.

Saba Salvemini

Saba Salvenimi

È laureato in economia aziendale in Economia Aziendale con la tesi Struttura organizzativa e gestione del personale in una compagnia teatrale di piccole dimensioni.

Ha fatto l’obiettore di coscienza presso l’Arciragazzi di Genova come educatore-animatore, il cameriere, il bagnino e tante altre cose prima di dedicarsi a tempo pieno al teatro.

Con l’Associazione di Promozione Sociale SEMI Nuovi Orizzonti Naturali, il laboratorio Il posto delle fragole e il Festival che ad essi è legato, intende informare sui nuovi temi della natural life, delle nuove possibilità di crescita legate alla natura, all’umanità, ma anche alla tecnologia e ad un connubio virtuoso tra di esse.

Ha recitato e/o co-diretto oltre settanta piece teatrali. Il suo Areté Ensemble si muove a trecentosessanta gradi tra recitazione nei tradizionali spazi scenici, teatro nelle scuole e laboratori. Leopardi è una piece per due attori ed una bara; Saba Salvenimi e Annika Strøhm mettono in scena alcune delle Operette Morali e l’Infinito di Leopardi “in bianco e nero” per riflettere il grottesco ed la profondità della vita. Un Leopardi elegante, tragicomico, folle e necessario in questi tempi bui.

Ha portato in numerosi licei classici e scientifici d’Italia la Medea di Euripide, riscuotendo notevoli apprezzamenti dalla critica.

Ha interpretato Una scimmia all’Accademia di Franz Kafka, raccontando come l’animale sia stato imprigionato dagli uomini e da loro educato fino a diventare una star del music-hall.

Ancora insieme a Annika Strøhm ha messo in scena The Problem di Albert Ramsdell Gurney Jr. La piece narra la vicenda di una coppia trentenne al decimo anno di matrimonio. In un tardo pomeriggio, la moglie annuncia di essere incinta di sette mesi. Dalla rivelazione nascono una serie di confessioni sempre più intricate di due sposi alle prese con i loro più incoffessati desideri.

È appassionato di fotografia, di viaggi, suona la tromba e fa snowboard.

ZezzDj

ZezzDj smanetta sul suo launchpad

Frequenta il Liceo Scientifico.

Ha iniziato a suonare batteria e percussioni precocemente. Suoi maestri sono stati Gagno dei Punkreas e Andrea Beccaro.

Ha iniziato a scrivere musica verso i dieci anni. La predilezione per la composizione, il sound editing e il digitale lo hanno fatto muovere in direzione dell’EDM.

Ha fatto il suo primo live-electronic a quindici anni: nel corso della Giornata dell’Arte, alla Fondazione Pistoletto di Biella, si è chiuso in una piccola edicola di metallo verde e ha lanciato un set a base di dubstep e trapstep. “La calca faceva headbanging almeno quanto me. In quel momento ho deciso che il mio presente doveva trasformarsi in un futuro. Comunque, non c’è live in cui non trovi qualcuno che odia la musica che produco, e che ce la mette tutta per farmelo capire“.